La Psicoterapia

La mia Psicoterapia in due fasi può essere svolta in una, due o tre sedute settimanali. Dopo un numero limitato di sedute di inquadramento clinico si pianificano la prima fase, quella in cui si lavora sul sintomo, e la seconda fase, quella in cui si lavora sulle cause.

Terapia di Gruppo

La terapia di gruppo avviene insieme ad altri pazienti con una seduta settimanale. Il gruppo permette dinamiche che con la psicoterapia individuale non sono possibili. L’interazione con gli altri rende l’esperienza più stimolante e il numero del gruppo rende la cura più abbordabile.

Corso Privato - Ansia e Attacchi di Panico

Si tratta di un corso individuale intensivo delle tecniche sulla gestione dell'ansia, tenute da me e tagliate su misura del soggetto. A metà strada tra una seduta di psicoterapia breve e un coaching psicoterapeutico.

Corso in Classe - Ansia e Attacchi di Panico

Il corso intensivo sulla gestione dell'ansia e degli attacchi di panico in classe prevede delle lezioni esperenziali che permettono un notevole risparmio economico e di tempo rispetto al corso individuale.

Come ridurre, prevenire e gestire lo stress

Potresti pensare di non poter fare niente contro lo stress. Le bollette non smetteranno di arrivare, non ci saranno mai più ore nella giornata e le tue responsabilità sul lavoro e in famiglia ci saranno sempre. Ma hai più controllo sullo stress di quanto potresti pensare. La gestione dello stress sta tutto nel prendere il controllo: del tuo stile di vita, dei tuoi pensieri, delle tue emozioni e del modo in cui ti rapporti ai problemi. Non importa quanto sembri stressante la tua vita, ci sono cose che puoi fare per ridurre la pressione e riprendere il controllo.

Cos’è la gestione dello stress?

Tutti rispondiamo ai fatti stressanti in maniera diversa, quindi non c’è una soluzione che vada bene per tutti per gestire lo stress. Ma se senti che lo stress nella tua vita sia fuori dal tuo controllo, è tempo di agire. La gestione dello stress può insegnarti modi più sani per controllare lo stress, aiutarti a ridurre gli effetti negativi ed evitare che torni fuori controllo in futuro.

Non importa quanto tu ti senta impotente nell’affrontare lo stress, hai ancora il controllo sul tuo stile di vita, sui tuoi pensieri, sulle emozioni e sul modo in cui affronti i problemi. La gestione dello stress comporta il cambiamento della situazione stressante, se si può, il cambiamento della tua reazione quando non si può, il prenderti cura di te e prenderti tempo per il riposo e il relax. Il primo passo è riconoscere le vere fonti di stress nella tua vita.

Quali sono le fonti di stress nella tua vita?

Comincia un diario dello stress

Un diario dello stress può aiutarti a identificare i fattori stressanti regolari nella tua vita e il modo in cui ti ci rapporti. Ogni volta in cui ti senti stressato, scrivilo sul tuo diario. Facendolo ogni giorno, comincerai a vedere gli schemi e gli argomenti comuni. Scrivi:

  • Cosa ti ha causato stress (fai supposizioni se non ne sei sicuro)
  • Come ti sei sentito, sia fisicamente che emotivamente
  • Come hai reagito
  • Cos’hai fatto per sentirti meglio

È facile identificare le fonti di stress dopo un evento importante della vita come il cambiamento del lavoro, un trasloco o la perdita di una persona cara, ma capire le fonti dello stress di ogni giorno può essere più complicato. È molto più facile trascurare i pensieri, le emozioni e i comportamenti che contribuiscono ai tuoi livelli di stress. Naturalmente potresti sapere che sei costantemente preoccupato per le scadenze del lavoro, ma forse è la tua preoccupazione, non il lavoro in sé, che ti causa stress.

Per riconoscere le vere fonti di stress, osserva attentamente le tue abitudini, i tuoi atteggiamenti e le tue giustificazioni:

  • Giustifichi lo stress come temporaneo (“Ho solo tantissime cose da fare adesso”) anche se non riesci a ricordare l’ultima volta in cui hai fatto una pausa?
  • Descrivi lo stress come una parte integrante della tua vita lavorativa o familiare (“Le cose sono sempre un casino qui”) o come parte del tuo carattere (“Ho molta energia nervosa, tutto qui”)?
  • Dài la colpa del tuo stress ad altre persone o a eventi esterni, o lo vedi come totalmente normale e non come un’eccezione?

Fin quando non ti assumi la responsabilità del ruolo che hai nel crearlo o mantenerlo tale, il tuo livello di stress resterà fuori dal tuo controllo.

Come gestisci attualmente lo stress?

Pensa ai modi in cui gestisci e controlli attualmente le attività stressogene nella tua vita. Il tuo diario dello stress può aiutarti a riconoscerli. Segui strategie sane o dannose, utili o improduttive? Purtroppo molte persone gestiscono le cose in modi che peggiorano il problema.

Modi scorretti di gestire lo stress

Queste strategie gestionali possono ridurre lo stress temporaneamente, ma fanno più danni a lungo andare:

  • Fumare
  • Bere troppo
  • Buttarsi sul cibo spazzatura
  • Stare per ore davanti alla TV o al computer
  • Evitare amici, famiglia e attività
  • Assumere medicinali per rilassarsi
  • Dormire troppo
  • Procrastinare
  • Riempire ogni minuto della giornata per evitare di affrontare i problemi
  • Riversare il tuo stress sugli altri (attaccare, avere scatti d’ira, fare violenza fisica)

Imparare modi più sani di gestire gli eventi stressogeni

Se i tuoi metodi per gestire lo stress non stanno contribuendo alla tua salute emotiva e fisica, è ora di trovarne di migliori. Nessun metodo funziona per tutti o in qualsiasi situazione, quindi prova diverse tecniche e strategie. Concentrati su cosa ti fa sentire calmo e sotto controllo.

Roma Prati (Metro A - Ottaviano)    Contattami

Paolo D'Alessandro - Prati

Paolo D'Alessandro

Psicologo - Psicoterapeuta

Via Grazioli Lante - Roma

 

Roma San Paolo (Metro B - Marconi)    Contattami

Paolo D'Alessandro - Psicologo Roma

Paolo D'Alessandro

Psicologo - Psicoterapeuta

Via Laurentina, 28 00142 Roma